1024.png

Robedibecchi si inserisce nell'artigianato sartoriale creando pezzi unici e di qualità. Ha scelto la modalità della filiera corta: ovvero rispetta i tempi del lavoro di ogni parte coinvolta, senza produrre in esubero, considerando ogni capo come un oggetto unico e creato artigianalmente.

Una parte dei prodotti è realizzata in Italia nei laboratori della Onlus Articolo 10, che si occupa di reinserire nel mondo del lavoro donne migranti.  L'altra parte è realizzata in Congo, nei laboratori del quartiere Ndosho, nella città di Goma, con il supporto dei missionari Laici Saveriani.

E cosa rende

  Robedibecchi

così speciale?

Robedibecchi è un progetto che esercita la sua attività secondo il modello dell’Economia Circolare: riduce, riutilizza e ricicla tessuti di altissima qualità. La filiera è infatti costituita da un'attenta ricerca del jersey made in Italy, recuperando il cotone d'avanzo di un lanificio biellese, e da una selezione di autentici tessuti africani “wax”, di provenienza congolese.

Robedibecchi, inoltre, a partire dall'autunno 2019, può impiegare cotone organico certificato Fairtrade proveniente dall’India.

Un modello, quello del Fairtrade, che è il marchio internazionale di certificazione del commercio equo e solidale. Un modello che lavora ogni giorno per portare un cambiamento positivo e di lungo periodo in alcuni tra i Paesi più poveri al mondo.

brododibecchi@gmail.com
inforobedibecchi@gmail.com​
  • Spotify Icona sociale
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Black Icon Instagram
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now